1 settembre 2017

 

I benefici della Naturopatia per gli adolescenti

 

Le persone che, sempre più numerose, scoprono e apprezzano la Naturopatia, scelgono di prendersi cura del proprio benessere e di farlo con tecniche e rimedi che sono in sintonia con la natura e con ciò che siamo, come esseri viventi.

Osservando queste persone da un punto di vista anagrafico, ho notato che la fascia di età che meno frequentemente si rivolge al naturopata è quella degli adolescenti. Parliamo degli adolescenti da un punto di vista biologico, quindi la fascia di età che va dai 12/13 ai 17/18 anni.

I motivi per i quali gli adolescenti non si affidano spesso alla Naturopatia sono diversi. Tra le cause principali troviamo spesso, come per i bambini, che le decisioni in tema di benessere vengono prese dai genitori più che dalla ragazza o dal ragazzo direttamente interessati. Ma troviamo anche una scarsa attenzione al proprio corpo, che quasi sempre è nel pieno delle forze e che fa pensare all'adolescente che il benessere sia una cosa scontata.

Un corpo che cresce velocemente

Anche se l'età adolescenziale è coinvolta da un numero minore di disturbi (in particolare sono ridotti quelli dovuti a comportamenti dannosi reiterati per lungo tempo, che presentano il conto dopo qualche anno), ci sono disturbi che sono tipici di questa fase della vita.

Pensiamo anzitutto alla crescita del corpo. In pochi anni, a volte con accelerazioni di pochi mesi, il corpo infantile cresce fino ad assumere le sembianze adulte. Non è difficile comprendere l'enorme sforzo dell'organismo per darsi una struttura ossea e muscolare assai maggiore.

E ancora:

- La pelle e il rapporto con gli altri.

- L'apparato genitale pronto per la procreazione.

- Una possibilità di risolvere la causa.

- Un controllo alle abitudini alimentari.

 

continua a leggere su BenessereCorpoMente.it